Patrizia De Blanck difende Lorenzo Castelluccio: "Ho preso a ombrellate un omofobo"

·2 minuto per la lettura
Patrizia De Blanck
Patrizia De Blanck

Patrizia De Blanck ha fatto sapere di aver preso a ombrellate un uomo che avrebbe riempito d’insulti di stampo omofobo il suo amico Lorenzo Castelluccio.

Patrizia De Blanck difende il suo amico

In un centro commerciale del quartiere Fleming a Roma Patrizia De Blanck avrebbe finito per prendere a “ombrellate” un uomo che ha osato prendere in giro ed insultare il suo amico Lorenzo Castelluccio. A detta della contessa l’uomo avrebbe rivolto al suo amico degli insulti omofobi, mandandola su tutte le furie: “Mi stavo recando al supermercato – racconta Patrizia – insieme al mio amico l’influenzare Lorenzo Castelluccio, quando un uomo sulla cinquantina ha cominciato a deridere il mio amico per come era vestito. Ha usato parole forti e chiaramente omofobe, la più gentile? ‘Ma come ti sei vestito frocio di me**a’”. A queste parole la contessa non ha esitato un secondo: “Mi sono voltata e gli ho sferrato un’ombrellai sulla schiena mandandolo a quel paese, anzi urlandogli proprio il mio proverbiale vaffa….”, ha dichiarato la contessa De Blanck. Dopo la sua sfuriata l’uomo se ne sarebbe andato a gambe levate, e Lorenzo Castelluccio ha espresso alla contessa la sua gratitudine.

Patrizia De Blanck: lo sfogo di Lorenzo Castelluccio

L’amico della contessa, l’influencer 19enne Lorenzo Castelluccio, ha dichiarato di non aver compreso subito che le parole dell’uomo fossero indirizzate a lui e di essere rimasto per questo esterrefatto: “Dovremmo avere tutti un’amica come Patrizia De Blanck o avere la sua prontezza di riflessi. Nel 2021, in Italia c’è ancora chi si scandalizza e si permette di offendere, discriminare, etichettare e fare violenza su qualcun altro soltanto perché vestito con abiti colorati, portatore di disabilità oppure, nel caso delle donne, perché indossano la minigonna o un vestito corto”, ha affermato.

Patrizia De Blanck contro le discriminazioni e l’omofobia

Proprio in questi giorni Fedez è finito al centro dell’attezione mediatica per il suo intervento al Concerto del Primo maggio a sostegno del DDL Zan contro l’omotransfobia. Patrizia De Blanck si è espressa sulla questione affermando di essere contraria a qualsiasi forma di discriminazione: Sono in prima linea nella lotta contro tutte le discriminazioni. Non ne faccio una ragione politica perché non mi interessa, ma di principio e di diritto a potersi esprimere come uno vuole e a poter vivere la propria vita o la propria sessualità come meglio preferisce”, ha affermato.