"Patto" d'amicizia tra Trentino e Matera nel segno di De Gasperi

Lfe

Matera, 23 lug. (askanews) - Un "patto" che sancisce in maniera ufficiale il gemellaggio, lungo ormai settant'anni, tra Trentino e Matera. A sottoscriverlo, nella citt lucana, sono stati il sindaco di Matera Raffaello De Ruggieri e il vicepresidente della Provincia Autonoma di Trento, Mario Tonina.

"L'obiettivo di questo patto - ha spiegato Tonina - di dar vita a forme di cooperazione e incontro tra due citt molto diverse per storia e conformazione ma che condividono le stesse radici contadine".

Il percorso verso il gemellaggio parte nel 2014 anche per celebrare la figura di Alcide De Gasperi. Fu infatti lo statista trentino, dopo una visita a Matera avvenuta esattamente 70 anni fa, a proporre soluzioni per risollevare la citt lucana da arretratezza e isolamento. Grazie a De Gasperi e al ministro lucano Emilio Colombo fu approvata nel maggio 1952 la "Legge speciale per lo sfollamento dei Sassi di Matera" che port al trasferimento di 17mila persone in nuovi rioni per poter procedere al risanamento della parte vecchia della citt. Al termine della cerimonia di sottoscrizione del Patto di amicizia, stata inaugurata la mostra "De Gasperi e Colombo per Matera. Racconto tra immagini e memorie". Il percorso espositivo, realizzato presso il Palazzo dell'Annunziata, sede dell'APT Basilicata, propone foto d'archivio, documenti, filmati e giornali d'epoca che rievocano il ruolo decisivo delle due personalit politiche nell'affrontare il problema dei rioni Sassi.

Il nostro obiettivo è quello di creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano interagire tra loro sulla base di interessi e passioni comuni. Per migliorare l’esperienza della nostra community abbiamo sospeso temporaneamente i commenti agli articoli.