Patto tra Regione Veneto e Manageritalia

Cro/Ska

Roma, 19 ott. (askanews) - Regione Veneto e Manageritalia, l'associazione dei dirigenti e dei quadri del terziario tradizionale e avanzato, hanno siglato una intesa per azioni formative e di accompagnamento rivolte ai giovani delle scuole superiori, dell'università e per giovani laureati, per sviluppare competenze manageriali e progetti di imprenditorialità.

L'assessorato regionale alla formazione e al lavoro Elena Donazzan e Lucio Fochesato, presidente di Manageritalia Veneto, che rappresenta oltre 2100 manager e dirigenti d'azienda del settore terziario, instaurano un rapporto di collaborazione stabile e continuativo per organizzare incontri formativi per studenti delle superiori e universitari su competenze e ruoli dirigenziali, sviluppare forme di alternanza scuola-lavoro anche in ambito dirigenziale ed integrare i percorsi di orientamento esistenti con approfondimenti specifici sulla vocazione imprenditoriale.

"Abbiamo bisogno che si riconosca la figura del manager, che si dimostri quanto è fondamentale nelle trasformazioni aziendali. Abbiamo favorito in questo protocollo la presenza dei manager nelle scuole, per instillare nei giovani la cultura dell'essere un dirigente, che spazia dall'ambito professionale a quello del ruolo nella società" La sezione veneta di Manageritalia si impegna a portare in tutti gli atenei del Veneto il progetto "Vivi tre giorni da manager", facendo trascorrere a giovani universitari motivati tre giornate in azienda, a contatto diretto con i dirigenti, per capire il sistema delle relazioni interne e come si prendono le decisioni in azienda. Manageritalia Veneto proporrà anche agli studenti delle scuole superiori del Veneto l'iniziativa "Food4minds" che porta i manager in classe per incontri di orientamento e di approfondimento delle specifiche competenze professionali. Il protocollo regionale impegna, inoltre, l'associazione dei dirigenti d'azienda del terziario a sostenere start-up costituite da giovani e giovani aspiranti imprenditori e a fornire competenze e interventi di accompagnamento a supporto dei passaggi intergenerazionali in azienda.