Patuanelli: dovere Stato sostegno a digitalizzazione aree rurali

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 11 mar. (askanews) - "Ci sono le condizioni perchè il settore primario e agricoltura siano trainanti per l'economia del paese, c'è un ritorno alle aree interne, una inversione al processo di centralità delle megalopoli. Le nostre aree interne sono aree rurali e sostenerne la digitalizzazione è un dovere per il governo e per lo stato". Lo ha detto il ministro delle Politiche agricole, Stefano patuanelli, intervenendo alla cerimonia di premiazine del premio Innovazione in agricoltura, istituito da Confagricoltura e trasmesso stamattina in diretta web da Palazzo della Valle.

"Mettere ogni azienda agricola nelle condizioni di avere una connessione che funziona significa poter fornire a quella azienda delle innovazioni che già oggi sono sul mercato - ha proseguito Patuanelli - perché tra gli agricoltori italiana c'è voglia di innovarsi e cogliere le opportunità dell'innovazione".

"Cosa deve fare il governo? Deve - ha precisato il ministro -far sì che questo prcesso avvenga nei tempi giusti, non troppo lenti perchè non possiamo permettercelo ma neanche troppo veloci per non lasciare indietro nessuna azienda agricola. Abbiamo bisogno di ricerca e sviluppo nel mondo agricolo e in questa ottica sarà fondamentale il ruolo del Crea, come quello di Enea Tech, che giocherà una partita importante anche sull'agrifood. E' necessario - ha aggiunto3 Patuanelli - fare un passo culturale e formativo verso i giovani che devono tornare ad avere voglia di andare nei campi sfruttando le tecnologie come blockchain, droni, sensoristica, monitoraggio satellitare. Ci sono tanti campi ancora inesplorati".

"Non si può tenere fuori dall'innovazione un settore così importante come quello dell'agroalimentare", ha detto Patuanelli ricordando infine che "l'accesso al 4.0 va difeso fortemente, oggi c'è una criticità sulla cumulabilità dei crediti 4.0 con il Psr e lavoriamo in Europa per risolverla", ha concluso.