Paura in Argentina: 3 morti per polmoniti di origine sconosciuta

Paura in Argentina: 3 morti per polmoniti di origine sconosciuta (Getty)
Paura in Argentina: 3 morti per polmoniti di origine sconosciuta (Getty)

Sono tre le persone morte in Argentina per una polmonite bilaterale di origine sconosciuta, mentre altre sei risultano contagiate. Delle nove persone contagiate, otto fanno parte del personale medico di una clinica privata nella provincia di Tucuman. Le vittime sarebbero un’infermiera di 45 anni e un medico di 68 anni. Il terzo decesso riguarderebbe invece una donna di 70 anni, che era stata operata di cistifellea nella stessa struttura.

I test condotti hanno escluso che si tratta di Covid e di altri virus influenzali noti. "È molto probabile che prima del fine settimana avremo una risposta", ha detto l'assessore provinciale alla salute di Tucumam, Luis Medina Ruiz, riferendosi alla causa scatenante della polmonite. I campioni sono stati inviati al prestigioso Istituto Malbran di Buenos Aires per ulteriori analisi, mentre la clinica privata dove sono stati riscontrati i casi è stata isolata.

LEGGI ANCHE: Covid: in Cina milioni di persone tornano in lockdown

GUARDA ANCHE: Covid: ora c’è Centaurus, ecco in cosa consiste la nuova variante

L’assessore ha spiegato che la malattia misteriosa si è manifestata con febbre, diarrea e dolori muscolari. “E’ come se fosse un'infezione intestinale che si evolve in sintomi respiratori”, ha fatto sapere Ruiz che ha poi precisato: “I pazienti che ora sono ricoverati in ospedale sono sottoposti a ventilazione meccanica e purtroppo in gravi condizioni".

LEGGI ANCHE: Covid, un nuovo studio: nelle città "verdi" è meno letale

Il funzionario ha invitato la popolazione a non allarmarsi: “La situazione è sotto controllo, i pazienti sono ricoverati in ospedale e isolati". Intanto l’Oms, l'Organizzazione Mondiale della Sanità, è stata già messa a conoscenza dei casi.

LEGGI ANCHE: Covid, in autunno dovremo inseguire ancora il virus: Gimbe lancia l'allarme

"È ovviamente preoccupante, ma abbiamo ancora bisogno di informazioni chiave sulla trasmissione e, si spera, sulla causa sottostante", ha detto la prof. Devi Sridhar, presidente della salute globale all'Università di Edimburgo, citata da The Telegraph.

GUARDA ANCHE: Covid, ricoveri ridotti del 90% con gli antinfiammatori. Lo studio del Mario Negri