Pavia, 14enne chiude in camera le sorelle e accoltella la madre

Primo Piano
·1 minuto per la lettura

Ha colpito con una coltellata alla gola la madre, poi ha tentato di fuggire. Quando i carabinieri hanno fermato la ragazza, studentessa di 14 anni, era in strada, sotto shock. Avvisata la procura per i minorenni di Milano l’adolescente è stata accompagnata al carcere Beccaria, dove ora è in stato di fermo con l’accusa di tentato omicidio. La madre, 40 anni, è stata trasportata d’urgenza all’ospedale di Lodi: ha subito un delicato intervento chirurgico, ma non dovrebbe essere in pericolo di vita.

La tragedia è stata sfiorata a Miradolo Terme, in provincia di Pavia. La lite è esplosa nel pomeriggio del 19 marzo ma non sono noti i motivi del gesto della ragazzina.

Con una scusa la 14enne ha chiuso le due sorelle di 16 e 4 anni in camera da letto. Il nuovo compagno della madre, che vive con loro, stava riposando. I toni sono diventati improvvisamente furiosi e la ragazza, sembrerebbe per futili motivi, ha impugnato un coltello e colpito la donna al collo. Poi è scappata.

Il convivente, richiamato dalle urla, ha lanciato l’allarme. Sono intervenuti i carabinieri del comando provinciale di Pavia con i colleghi della stazione di Stradella, e un’ambulanza del 118. La donna è stata trasportata al pronto soccorso dell’ospedale di Lodi: la lama non ha reciso l’arteria per miracolo.

GUARDA ANCHE - Londra, uomo accoltella passanti