Pavia, malata di tumore: “Non mi operano per colpa dei No Vax"

·1 minuto per la lettura
Laura Di Siena (Foto Facebook)
Laura Di Siena (Foto Facebook)

"Perché devo fare io le spese del menefreghismo altrui? Sono una paziente oncologica, devo affrontare un intervento per me vitale, ma gli ospedali sono strapieni di malati Covid non vaccinati”. Inizia così lo sfogo social di Laura Di Siena, insegnante di Mirabello di Pavia, in lista d’attesa per essere operata.

Ditemi: che c... potrà fare di peggio di un cancro un vaccino sperimentale?", ha chiesto la 42enne che non è stata ancora sottoposta a intervento perché le terapie intensive sono occupate dai casi di Covid.

“Mi hanno detto che, purtroppo, c'è stato un taglio dei posti letto nei reparti ordinari a causa del Covid. Nelle parole del chirurgo che mi ha parlato dell'intervento ho colto la preoccupazione nei miei riguardi. Ha detto che le terapie intensive sono occupate dai casi di Covid che arrivano quotidianamente: tutti No vax. E che appena si libererà un posto mi opereranno", ha fatto sapere la paziente a cui è stato diagnosticato un tumore raro a carico del timo, posizionato tra il cuore e i polmoni.

GUARDA ANCHE: No vax: manifestazioni e scontri in Belgio, Olanda e Austria

"Perché pensare agli altri è così difficile? Vi accorgete che il cancro uccide e la sua incidenza aumenta? Non fate un vaccino, ma scappare dal cancro non è possibile. Non avere la possibilità di guarire a causa della poca attenzione altrui vi farebbe piacere?", ha concluso Laura.

GUARDA ANCHE: Valentina Ferragni rivela l’esito dell’operazione: “Il tumore subdolo e il “brufolo” che non voleva andarsene”

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli