Pavon occasione da Serie A: i Galaxy non possono riscattarlo, lo voleva la Roma e il contratto col Boca...

·2 minuto per la lettura

Il futuro di uno degli ultimi gioielli usciti dal settore giovanile del Boca Juniors è pieno di incertezze. Cristian Pavon, esterno d'attacco e fantasista oggi è in prestito con diritto di riscatto dal club argentino ai Los Angeles Galaxy fino a dicembre 2020, ma il club della MLS ha già comunicato formalmente agli Xeneizes che non riuscirà a pagare la cifra concordata lo scorso gennaio. Il classe 1996 si dice per ora tranquillo, ma rappresenta un'occasione di mercato anche per la Serie A che già in passato si è più volte avvicinata al suo acquisto con numerosi club.

"FUTURO? PALLA AL MIO AGENTE" - Sul suo futuro Pavon non si è voluto esprimere e in una recente intervista ha però confermato che non è ancora stata trovata una soluzione e che è pronto a tutto: "Il mio futuro non è stato ancora risolto, e io non ne so niente al momento. Credo che verrà presa una decisione finale soltanto a fine stagione e a me non resta che aspettare con calma cosa accadrà. Io mi concentro solo sulle partite da giocare perché se inizio a pensare al suo futuro devierò la mia concentrazione e non è ciò che voglio. Per ora preferisco non esprimermi, ci penserà il mio agente a sistemare tutto e poi mi farà sapere quello che sta succedendo".

IL CONTRATTO E I CLUB DI A - Secondo la stampa argentina l'ipotesi più importante sul tavolo resta quindi quella di un ritorno a gennaio al Boca Juniors in piena sessione di mercato per la nostra Serie A. Già in passato Pavon era stato proposto all'Inter, dall'agente Hidalgo, lo stesso di Diego Milito, ma anche alla Roma con il ds Burdisso che ne ha parlato con l'ad Fienga. Il club che più si è avvicinato a fare un'offerta per lui è stata però la Sampdoria che si arenò davanti alla richiesta di 20 milioni di valutazione. Cosa può cambiare? Il suo status contrattuale lo vede in scadenza con gli Xeneizes il 30 giugno 2022 e a soli 18 mesi dalla scadenza per il Boca quella di gennaio sarà l'ultima sessione valida per incassare una cifra importante per lui. Il talento è puro ed è rimasto tale anche in MLS: 31 presenze, 11 gol e 9 assist, per un'autentica occasione da Serie A.