#payforwardday, HC celebra gentilezza con 30 incontri di coaching gratuiti

·2 minuto per la lettura
featured 1305749
featured 1305749

Roma, 29 apr. (Labitalia) – In occasione del #payitforwardday, l’iniziativa internazionale che si celebra ogni anno il 28 aprile per promuovere il valore della gentilezza in tutto il mondo, la società HC, attiva nella formazione, coaching e outplacement di Openjobmetis, prima e unica agenzia per il lavoro quotata in Borsa Italiana, offre la possibilità di usufruire gratuitamente di una sessione di coaching formativo.

Dal 17 al 21 maggio, sei consulenti HC metteranno a disposizione la propria professionalità e competenza in ambito hr per condividere ed elaborare, in 30 sessioni di coaching, una problematica professionale specifica e scegliere quali strategie e azioni risolutive mettere in atto da trasferire anche nel lavoro di ogni giorno. Ogni sessione prenotabile avrà la durata di un’ora e sarà disponibile fino a esaurimento dei posti.

"In HC – commenta Laura Protasoni, managing partner- abbiamo sempre creduto al valore della gentilezza È anche uno dei nostri valori ispiratori. Essere gentili significa impostare relazioni di consulenza rispettose della specificità dei nostri clienti e calibrate sui loro bisogni, ma anche essere accanto ai nostri coachee con garbo e sensibilità, senza rinunciare ad essere rigorosi nei metodi e nei contenuti. Io stessa, in quanto manager della società, esercito la mia leadership, sostenendo i miei collaboratori e bilanciando la mia spinta (a volte irruenta) nel metterli in condizione di superare i loro limiti con una relazione di supporto e di aiuto, accompagnata da pazienza e stupore per la bellezza dei risultati raggiunti".

Il #payitforwardday si ispira a un episodio ormai celebre negli Stati Uniti risalente al 1784, quando Benjamin Franklin decise di trasformare un suo gesto di gentilezza verso il suo amico Benjamin Webb in un aiuto concreto verso tante altre persone. All’epoca Franklin prestò 10 monete d’oro al suo amico Webb con l’impegno che in cambio, invece della restituzione, lo stesso gesto fosse rivolto da quest’ultimo a un’altra persona e così via, sempre con la stessa garanzia che la moneta di scambio fosse un gesto di gentilezza verso qualcun altro bisognoso di aiuto.

Prendendo ispirazione dal movimento Pay It Forward nel 2007 viene lanciato per la prima volta in Australia il Pay It Forward Day per dimostrare come un piccolo atto di gentilezza possa avere un grande impatto nel mondo. Il #payitforwardday non è associato ad alcuna organizzazione o fondazione ed è aperto alla libera partecipazione di tutti.

L’iniziativa nasce per incoraggiare le persone a promuovere atti di gentilezza, ispirati dalla bontà del proprio cuore, la cui forma, impressa sulla mano, è il simbolo di questa iniziativa oggi celebrata in più di 85 Paesi nel mondo.