Pazienti non vogliono il medico africano, lui è pronto a rinunciare: "Vado via"

Pazienti non vogliono il medico africano, lui rinuncia all'incarico: "Vado via"
Pazienti non vogliono il medico africano, lui rinuncia all'incarico: "Vado via"

Ha alimentato le polemiche quanto successo in provincia di Varese, dove alcuni pazienti si sono rifiutati di farsi curare da un medico africano. Lui è pronto a rinunciare all'incarico.

VIDEO - Joseph Blair, coach NBA, vittima di razzismo a Pesaro: “Ecco cosa ha fatto la polizia italiana, inaccettabile”

Fagnano Olona, comune del Varesotto che conta circa 12mila abitanti, è finito al centro della cronaca per un fatto alquanto spiacevole. Il medico di base è andato in pensione e al suo posto è arrivato il dottor Enock Rodrigue Emvolo, medico camerunense. Laureato a La Sapienza di Roma nel 2013, il 48enne avrebbe dovuto prendere il posto del vecchio dottore. La decisione dell'Ats locale, tuttavia, pare abbia alimentato l'astio di alcuni cittadini, che lo hanno persino insultato sui social.

LEGGI ANCHE: Razzismo, allenatore offende giocatore 16enne avversario: squadra esce dal campo

E' stato vittima di razzismo il dottor Emvolo e, per questo motivo, ha deciso di fare un passo indietro: "Sono venuto qui per curare. Se la situazione è così grave, andrò altrove", ha replicato il medico. Sui social, infatti, sono comparsi commenti come "torna a pascolare le pecore" e altri insulti discriminatori.

LEGGI ANCHE: Zaynab Dosso vittima di razzismo: gli insulti alla velocista azzurra, la denuncia

La polemica non poteva passare inosservata e per cercare di risolvere la diatriba è intervenuto anche il sindaco Marco Baroffio, che si è recato nello studio medico. "Ho parlato con il dottore, prima di tutto gli ho portato la solidarietà mia e di tutta la comunità. Dopo aver ascoltato la sua amarezza per quanto accaduto negli ultimi giorni e la sua volontà di voler lasciare, gli ho chiesto di pensarci e di restare. Con Ats e Asst stiamo anche lavorando per mettere il dottore nelle condizioni di lavorare al meglio, ha fatto sapere il primo cittadino.

A difendere il medico ci sono anche Lega e Fratelli d'Italia, che in un comunicato dichiarano: "Esprimiamo massima solidarietà al dottore. In un periodo in cui tra l'altro ci sono notevoli difficoltà a reperire personale medico sanitario è doppiamente assurdo quanto è successo. Spiace inoltre per un altro aspetto, ossia che Fagnano possa passare per un paese di ignoranti: salutiamo e incoraggiamo il dottor Emvolo a sorvolare su questi gravi atteggiamenti".