Pd: addio Cantone a Anac pagina buia di questo governo

Adm

Roma, 23 lug. (askanews) - Le dimissioni di Raffaele Cantone dall'Anac sono una "pagina buia di questo governo", secondo Giuseppe Provenzano della segreteria Pd.

"La lotta alla corruzione è un imperativo etico, ma anche politico - afferma Provenzano - specialmente per chi ha a cuore l'intervento pubblico nell'economia. Con l'addio di Raffaele Cantone, un servitore dello Stato a cui va tutta la nostra stima e riconoscenza, oggi assistiamo forse alla pagina più buia scritta da questo Governo: è la bandiera bianca della lotta alla corruzione! Quelli che ne avevano fatto lo slogan, l'elemento identitario della loro esistenza politica, hanno finito per approvare le norme dello sblocca cantieri sui subappalti, coi rischi annessi di infiltrazioni criminali e per la sicurezza dei lavoratori".

Aggiunge Provenzano: "Il presidente della Anac ha usato parole chiare nel suo difficile addio, quelle del m"inistro Bongiorno sono quantomeno ambigue: vuole 'efficienza' e 'rapidità'? Si occupi di rafforzare la P.a. invece di prendere le impronte digitale, di assumere giovani competenti invece di bloccare il turn over. La lotta alla corruzione e all'illegalità è parte integrante dell'uscita dal declino italiano. Serve un'amministrazione trasparente per tutti, non le scorciatoie a vantaggio di pochi".