Pd: aperto, digitale e sul modello Ulivo, così lo vogliono i Circoli nel vademecum (2)

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

(Adnkronos) – (Adnkronos) – Tra i singoli temi, mentre l’Europa suscita fiducia e speranza rispetto alle risorse messe a disposizione per l’Italia, il lavoro riflette invece preoccupazione e la necessità di un cambio di passo. Un consenso generale tra tutte le regioni ha invece suscitato la necessità del superamento del divario tra Nord e Sud: l’85% dei vademecum ricevuti dal nord lo ritiene una priorità.

Dall'esame delle risposte per singoli punti sono arrivate le indicazioni più precise degli iscritti sulla linea che il Pd dovrà tenere. Sulle proposte per il partito, ad esempio, il 70% ha indicato la formazione politica e civica dei giovani, il 25% il voto ai 16/enni, il 20 il voto ai 18/enni in Senato. Il 28%, però, ha espresso riserve sul voto ai 16/enni se manca una formazione adeguata.

E ancora, tra le proposte lo Ius soli e più in generale la promozione dei diritti ha avuto un 49%, il 26% la tutela dell'ambiente e la transizione ecologica, il 26% le politiche del lavoro inclusive. Ma un 10% ha sottolineato che lo ius soli non è prioritario durante la pandemia. Nella sezione divari di genere, tra gli altri, un 20% ha parlato di valorizzazione e spazio alle donne del Pd.