**Pd: area Orfini il 13 proporrà Mattarella bis, per Nazareno prima metodo, dopo nomi** (3)

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

(Adnkronos) – "Su questa base -argomenta Borghi- ci si potrà aprire al confronto con le altre forze politiche avendo come obiettivo l’individuazione di una personalità in grado di raccogliere il consenso più ampio possibile, partendo dal perimetro della maggioranza di governo per aprirci al confronto con le opposizioni. Così si potrà arrivare all’identikit della figura da candidare, anche al fine di consolidarne profilo e rappresentatività".

Un percorso che ha in mente anche Base Riformista. Ieri in un'intervista il coordinatore dell'area Guerini-Lotti, Alessandro Alfieri, ha detto che la componente "non ha preclusioni su Draghi al Quirinale", la cui figura "autorevole va preservata" insieme alla "garanzia della continuità dell'azione di governo" vista l'emergenza e alla volontà di "costruire il consenso più largo possibile sulla figura del nuovo presidente".

Ma, si specifica da Base Riformista, "siamo ancora nella fase del metodo. Noi stiamo lavorando in stretta collaborazione con Enrico Letta nella consapevolezza che siamo maggioranza nei gruppi parlamentari e che vogliamo dare una mano" per una "figura ampiamente condivisa e di alto profilo" su cui trovare l'accordo nell'attuale maggioranza di governo e "magari anche oltre". Sempre che la candidatura di Silvio Berlusconi esca di scena. "Fino a quel momento – è la constatazione della componente dem- è complicato aprire un confronto".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli