Pd, Ascani: deve ritrovare slancio ma scioglimento sarebbe errore

Gal

Roma, 11 gen. (askanews) - "Il Partito Democratico ha sicuramente bisogno di ritrovare slancio e capacità aggregante. Ma questo non ha a che vedere col nome o col simbolo: sarebbe troppo semplice se si potesse risolvere il problema in questo modo. Il punto è invece la visione della società e la nostra capacità di raccontarla incontrando quel che nella società, al di fuori del nostro partito, si muove a cerca rappresentanza". Lo scrive su facebook la vice ministra dell'Istruzione Anna Ascani.

"Se è questa l'idea di Zingaretti non posso che salutare con favore l'opzione di un congresso che sia una chiamata a raccolta del popolo democratico, un mettersi in ascolto per rinnovare profondamente noi stessi - prosegue -. È giusto mettersi in discussione fino in fondo, mettendo a fuoco le priorità a partire però da una visione del mondo: per me, ad esempio, comprendere di vivere nella società della conoscenza significa mettere al centro la sfida educativa e rendere concreto un diritto allo studio da 0 a 100 anni. Le politiche che proponiamo devono discendere da un'idea di società e non viceversa e anche per questo ci serve una discussione franca e aperta. Si discuta quindi di idee e di interpreti e lo si faccia senza tentennamenti".

"Ma l'idea dello scioglimento del partito - della casa dei riformisti italiani, che ha appena dimostrato di poter resistere allo scossino provocato da due scissioni guidate da due ex segretari - paventata da Repubblica e in parte smentita oggi dallo stesso Zingaretti, mi parrebbe un tentativo di cambiare tutto perché nulla cambi. Sarebbe un errore e, di certo, un'occasione sprecata", conclude Ascani.