**Pd: assemblea dem vota per congresso in autunno 2022, ancora tensioni su Bettini**

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 6 set. (Adnkronos) – Venerdì sera, in modalità on line, l'assemblea nazionale del Pd ha votato "l'esplicitazione "dell'art.8 dello Statuto. E non si è trattato del voto su un cavillo procedurale ma di un passaggio politico preciso: l'art.8 infatti stabilisce che 'il presidente dell’Assemblea nazionale indice l’elezione dell’assemblea e del segretario nazionale sei mesi prima della scadenza del mandato del segretario in carica'.

Traduzione: il congresso Pd dovrà tenersi nell'autunno del 2022. Sei mesi prima della scadenza del mandato del segretario, come è stato rimarcato con il voto dell'assemblea dem di venerdì sera. E prima delle elezioni politiche, se la legislatura arriverà alla scadenza naturale. Il sottotesto è che sarà il vincitore del congresso e gli equilibri interni che ne deriveranno ad avere parola sulle liste per le politiche.

Un dato che, si dice in ambienti dem, starebbe particolarmente a cuore alla -attualmente- corposa area Guerini-Lotti. Sebbene, proprio nei giorni scorsi, il coordinatore di Base Riformista, Alessandro Alfieri, metteva in chiaro parlando con l'Adnkronos che nella componente al momento nessuno pensa al congresso: "Ma quale congresso?! È perfino banale doverlo ripetere. Ogni cosa ha il suo tempo. E noi ora tutti concentrati a sostenere i candidati del Pd alle elezioni comunali e a fare il meglio possibile per sostenere il governo".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli