Pd, Bettini: da Gori su Zingaretti ingenuit dei tempi scelti

Ska

Roma, 21 giu. (askanews) - "Il gruppo dirigente del Pd mai stato coeso come ora. Invece Gori, all'improvviso, ha posto la questione assai destabilizzante di una presunta insufficienza di Zingaretti. Tutto legittimo. Ma c' un'evidente ingenuit rispetto ai tempi che ha scelto: siamo nel mezzo di una fase drammatica e al tempo stesso non priva di possibilit di riscatto". Cos Goffredo Bettini (Pd) in una intervista a Repubblica.

Per Bettini, "c' anche una gigantesca questione di merito: Zingaretti ha preso il Pd con i sondaggi al 15%, diviso, senza linea politica e antipatico alla gran parte degli italiani. Lo ha unito, rafforzato elettoralmente e ne ha fatto il pilastro di un governo che ha emarginato la destra sovranista e affrontato finora la pandemia con dignit e seriet".

"Per me ogni atto di responsabilit democratica di FI benvenuto", afferma Bettini. "Se si manifesta nei settori moderati del centrodestra un fastidio verso Lega e FdI si consolida una prospettiva di stabilizzazione democratica del sistema politico italiano".