Pd: candidatura unica e voto simultaneo, format 'agile' in Assemblea per incoronare Letta/Adnkronos (2)

·1 minuto per la lettura
Pd: candidatura unica e voto simultaneo, format 'agile' in Assemblea per incoronare Letta/Adnkronos (2)
Pd: candidatura unica e voto simultaneo, format 'agile' in Assemblea per incoronare Letta/Adnkronos (2)

(Adnkronos) – Alla ripresa (lo stop preventivato è di un'ora e mezza due, che però potrà anche essere 'ristretto') sarà la Cuppi ad annunciare la candidatura unica. Quindi il discorso di Letta alle 11,45. Verso le 12,30 è previsto l'avvio delle votazioni, per le quali si prevede un iter più veloce di quanto ipotizzato in origine con la scelta di procedere a votazione 'simultanea'. L'obiettivo, quindi, è di arrivare alla proclamazione del segretario entro le 13,30 e non più le 15 come in un primo momento.

I Big del Pd, a partire dal segretario uscente Nicola Zingaretti, saranno ovviamente tutti 'presenti', da remoto. Per loro, come per tutti gli oltre mille delegati, sarà indispensabile l'accreditamento sulla piattaforma interna per la validità del voto. I lavori verranno trasmessi in streaming su Facebook e anche su Immagina, la web radio del Pd.

A questo punto risulta definitivamente superata la fotografia del peso delle varie aree interne all'interno dell'Assemblea. Ai tempi della sua elezione Zingaretti poteva contare su oltre 700 delegati (734) sui 1171, il 62,4% dell'organismo. Alla fine l'ex segretario era riuscito a saldare AreaDem, gli orlandiani, l'area Cuperlo, Fianco a Fianco (i sostenitori di Maurizio Martina al Congresso) per poi allargare la maggioranza anche ai delegati entrati con Sempre avanti (la mozione congressuale di Anna Ascani e Roberto Giachetti) e poi a Base riformista, l'are che fa riferimento a Luca Lotti e Lorenzo Guerini. A restare fuori, anche da ogni organismo dirigente, erano solo i Giovani turchi di Matteo Orfini.