Pd: Cuperlo, 'a Letta chiavi edificio lesionato, dopo terremoto serve confronto'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 14 apr. (Adnkronos) – "Ho visto certa attenzione" sul passaggio del Manifesto" delle Agorà di Goffredo Bettini legato alla caduta del Conte 2, "penso, come altri, che il governo Conte sia caduto per responsabilità di chi ha tolto la fiducia a quel governo nelle aule parlamentari". Lo dice Gianni Cuperlo alla presentazione delle Agorà. "Se nelle settimane complicate della crisi c'è stato un errore -aggiunge Cuperlo- è stato quello di puntare sui cosidetti responsabili… non è che il senatore Ciampolillo diventa in una notte Ugo La Malfa".

Cuperlo poi affronta l'altro passaggio seguito alla caduta del governo Conte, ovvero le dimissioni di Nicola Zingaretti. "In momento diversi in questi 15 anni il Pd ha subito scosse violente e dopo ognuna di queste scosse si è scelto di puntellare senza misurare i danni. Anche dopo che Zingaretti se ne è andato sbattendo la porta. Si è chiesto a Letta di cambiare vita e gli si sono messe in mano le chiavi di un edificio che era e resta profondamente lesionato". E anche per il bene della segreteria Letta, conclude Cuperlo, "se vogliamo dare una mano a Enrico e a noi stessi quella discussione mai fatta prima, prima o poi va fatta", senza "mettere la polvere sotto il tappeto".