Pd e M5S, prove di dialogo per il governo: "costruttivo"

Roma, 23 ago. (askanews) - Ci sarà un governo Pd e Cinque Stelle? Intanto ci sono prove di dialogo: un dialogo costruttivo e positivo secondo l'incontro a Montecitorio fra i leader parlamentari dei due partiti. I capigruppo democratici di Camera e Senato parlano di nodi programmatici da sciogliere, ma senza ostacoli insormontabili, anzi di convergenze su sociale e ambiente con una sola condizione indica il vicesegretario PD Orlando: "Bisogna sciogliere ogni forma di ambiguità perchè si possa proseguire con l'interlocuzione".

In altri termini il Pd vuole garanzie che il Movimento non stia anche trattando con la Lega.

I parlamentari Cinque Stelle dicono, per ora non abbiamo altri tavoli aperti. Invece vogliono garanzie sui dieci punti da loro proposti come programma, uno prima di tutti, quello ribadito anche dal leader Luigi Di Maio: "Io mi auguro che si chiariscano le idee sul taglio dei parlamentari".

E adesso si aspettano notizie sull'incontro fra Di Maio e il segretario dem Nicola Zingaretti. Il tempo è poco, il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha dato come ultima scadenza martedì prossimo quando riprenderà le consultazioni e, ha fatto capire, se non ci sarà una nuova maggioranza, è pronto a sciogliere le Camere.

Intanto, dopo aver scatenato la crisi più pazza del mondo, anche oggi Matteo Salvini ha rilanciato tendendo la mano agli ex alleati: "O un governo con una squadra nuova", ha detto, "o il voto, ma farò di tutto per impedire che il PD torni al governo".