**Pd: ecco odg Direzione su percorso congressuale, regole e date**

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 28 ott. (Adnkronos) – "La Direzione nazionale del Partito Democratico, riunita il 28 ottobre 2022, giornata nella quale ricorrono i cento anni della Marcia su Roma, e dopo aver reso omaggio alla memoria di Giacomo Matteotti, che per aver denunciato nel Paese e nel Parlamento la violenza fascista venne barbaramente assassinato, al fine di definire tempi e modalità di svolgimento del percorso costituente per un nuovo Pd e di celebrare il congresso per l’elezione della/del nuova/o Segretaria/o Nazionale e dell’Assemblea nazionale ai sensi dello Statuto nazionale, approva il seguente Ordine del Giorno". Si legge nel dispositivo dell'odg della Direzione Pd.

Il primo articolo dell'odg è "Percorso per il congresso costituente del nuovo Pd" in 6 punti. "Prima fase: avvio del percorso e partecipazione. 1. Il percorso costituente nazionale si avvierà, con un Appello alla partecipazione, il 7 novembre 2022. La prima fase del percorso si concluderà entro il 22 gennaio 2023".

Poi al punto 2 si spiega chi può "prendere parte al processo costituente: gli iscritti al Partito Democratico al 2021 che abbiano rinnovato l’adesione per l’anno 2022, nonché i nuovi iscritti entro la data di celebrazione dei congressi locali; gli iscritti ai partiti e movimenti politici, alle associazioni e ai movimenti civici che con deliberazione dei propri organismi dirigenti aderiscano al processo costituente; i cittadini che affermano la volontà di partecipare al processo costituente, sottoscrivendo l’appello alla partecipazione con una adesione certificata, anche nella modalità on-line, che può prevedere la raccolta di un contributo volontario a partire dall’importo di 1 Euro". Al punto 3 si specifica che "sarà sempre possibile aderire al processo costituente entro la data del 26 febbraio 2023, fissata per la conclusione della fase congressuale di discussione delle piattaforme politico-programmatiche con il voto degli iscritti sulle candidature a Segretario/a nazionale".

Nel punto 4 si legge: "Il percorso si svolgerà in tutto il territorio nazionale e attraverso l’organizzazione del Pd estero e sarà coordinato in ogni realtà territoriale dalle federazioni del Partito Democratico, che fungono da Comitati promotori costituenti, aprendosi alla partecipazione di rappresentanti dei partiti e movimenti e cittadini che prendono parte al processo costituente, in analogia col Comitato nazionale costituente".

Al punto 5 si specifica che "nell’ambito del percorso costituente, i partecipanti saranno chiamati a esprimersi su una serie di nodi politici essenziali che dovranno riguardare i valori fondanti, la missione, la forma partito e le modalità di organizzazione dell’attività politica, la proposta politica del nuovo Pd. A tale scopo la Direzione dà mandato alla Segreteria nazionale di mettere a punto strumenti che facilitino la partecipazione e la discussione nei circoli e consentano l’espressione della volontà di ogni singolo aderente al percorso, anche attraverso la promozione di assemblee aperte, che, a livello centrale e territoriale, potranno essere organizzate anche dal Comitato di cui al successivo articolo 2 comma 1, dai Comitati promotori costituenti a livello territoriale, dai circoli del Pd, dai soggetti organizzati e dai cittadini che prendono parte al processo costituente".

Infine al punto 6 si chiarisce che "i partecipanti al processo costituente acquisiscono lo status di iscritti al nuovo Pd nel momento in cui partecipano alle operazioni di voto nella prima fase congressuale, ovvero all’atto della presentazione o della sottoscrizione di candidature al congresso, secondo le modalità che saranno disciplinate dal Regolamento per il Congresso".

L'articolo 2 dell'odg si intitola "Manifesto dei valori e dei princìpi del nuovo Pd" ed è composto in 3 punto. Il primo stabilisce che "l'Assemblea nazionale del Pd, su proposta del Segretario nazionale, sentita la Presidente del Partito e assicurando l’adeguato coinvolgimento dei soggetti che prendono parte al percorso costituente, elegge un Comitato costituente nazionale composto da personalità iscritte e non iscritte al Ps, rappresentative del mondo del lavoro, delle professioni, dell’impresa, della cultura, dell’università e della ricerca, dell’associazionismo, dell’innovazione sociale e ambientale, delle amministrazioni locali, composto secondo criteri di parità di genere, equilibrio generazionale e pluralismo politico, con il compito di redigere il Manifesto dei principi e dei valori fondanti del nuovo Pd, a partire dalle positive intuizioni presenti nel manifesto dei valori adottato alla fondazione del Pd".

Al punto 2 si puntualizza: "La proposta di Manifesto dei valori e dei princìpi recepisce le indicazioni provenienti dai partecipanti al percorso costituente, con particolare riferimento alla consultazione dei territori e degli aderenti, ed è sottoposta all’approvazione dell’Assemblea nazionale costituente".

Nel punto 3 si spiega: "La prima fase del percorso costituente dovrà avere termine entro il 22 gennaio 2023, con l’approvazione del Manifesto dei valori e dei principi da parte dell’Assemblea costituente nazionale aperta agli aderenti al percorso costituente in una percentuale pari al 20% dei componenti, secondo criteri approvati dalla Direzione nazionale del Pd entro il 16 dicembre 2022, e con l’indizione del Congresso nazionale costituente, l’approvazione del Regolamento per il Congresso e la nomina della Commissione per il Congresso".

Il terzo articolo dell'Odg si sofferma su "Adempimenti e cronoprogramma" ed è suddiviso in 5 punti. "Il percorso costituente nazionale si avvierà, con un Appello alla partecipazione, il 7 novembre 2022" ed inoltre "l’Assemblea nazionale per la nomina del Comitato e per la votazione di un dispositivo che adotti il percorso della fase costituente, anche approvando le eventuali deroghe alle disposizioni statutarie necessarie, in sede di prima applicazione, al fine di recepire le indicazioni politiche definite in data odierna dalla direzione, dovrà svolgersi, anche in modalità on line, entro il 18 novembre".

Al punto 3 si spiega: "La prima fase del percorso costituente dovrà avere termine entro il 22 gennaio 2023, con l’approvazione del Manifesto dei valori e dei princìpi, l’indizione del Congresso nazionale costituente, l’approvazione del Regolamento per il Congresso e la nomina della Commissione per il Congresso da parte dell’Assemblea nazionale costituente". E al punto 4 su stabilisce la dead line delle candidature: "Il Regolamento congressuale dovrà prevedere che le candidature alla Segreteria nazionale dovranno essere presentate entro il 28 gennaio 2023".

Infine il punto 5: "Il successivo procedimento congressuale sarà articolato in due fasi: nella prima fase, da concludersi entro il 26 febbraio 2023, si discutono le piattaforme politico-programmatiche con il voto degli iscritti sulle candidature a Segretario/a nazionale; nella seconda vengono convocate le Primarie per la scelta del/della Segretario/a nazionale tra i primi due candidati che hanno ottenuto il maggior numero di voti tra gli iscritti nella prima fase, che si svolgeranno il 12 marzo 2023. La prima seduta della nuova Assemblea nazionale dovrà tenersi entro la settimana successiva alla data di celebrazione delle Primarie".