Pd, Emiliano: Gentiloni non è più l'alternativa giusta a Matteo

Vep

Roma, 9 nov. (askanews) - "Prima della Sicilia, Renzi era convinto di poter ancora andare alle elezioni da solo per poi fare un governo con Forza Italia. Adesso questo scenario non c'è più.Per evitare una debacle già scritta dobbiamo costruire un'alleanza con la sinistra, che in questo momento rispetto al Pd è in una posizione di forza". Lo afferma in una intervista al Corriere della Sera il governatore della Puglia Michele Emiliano (Pd) convinto che non possa più essere nemmeno Paolo Gentiloni la carta vincente per Palazzo Chigi.

"Prima delle elezioni siciliane io stesso pensavo che Gentiloni potesse fare al caso nostro - spiega -. Adesso la situazione è cambiata e Renzi ha fatto di tutto per metterlo fuori gioco. Tra l'altro, Gentiloni è espressione dello stesso Renzi. Ed essendo una persona leale non si metterebbe in contrapposizione al segretario". Insomma, "non c'e' alternativa" a un accordo con Mdp, quelli che sono usciti dal Pd "hanno avuto molte ragioni" e "Renzi non è nelle condizioni di dettare condizioni". Serve un'alleanza con la sinistra altrimenti, conclude Emiliano, "l'unico antidoto alla vittoria delle destre rischia di essere il populismo senza volto M5s".

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità