Pd, Furfaro: alzare polemiche interne fa il gioco della destra

Fdv

Roma, 26 ott. (askanews) - "A poche ore dal voto in Umbria, continuare ad alzare polemiche interne, mentre una delle regioni più solidali e laboriose del Paese si gioca il proprio futuro, più che una cosa di sinistra mi sembra fare il gioco della destra. Chiediamo lealtà perché in ballo non ci siamo noi o gli alleati o i posizionamenti interni ai partiti, ma il Paese". Così in una nota Marco Furfaro, della segreteria nazionale Pd, replica a Matteo Orfini.

"E per il Paese - continua - abbiamo ottenuto che in manovra vi fosse un aumento delle buste paga dei lavoratori fino a mille euro l'anno, l'abolizione del superticket, lo stop all'aumento dell'Iva (cioè che le famiglie povere di questo Paese spendessero 540 euro l'anno in ulteriori tasse) asili nido gratis per i meno abbienti e un piano di investimenti verdi. Le cose di sinistra - prosegue Furfaro - abbiamo iniziato a farle, anziché enunciarle sui social e tradire le aspettative della nostra gente. Chiedere lealtà significa questo. E significa anche rispettare il programma di governo che riguarda un cambio delle politiche sull'immigrazione che abbiamo concordato di fare. Anziché perdere tempo a ricordarcelo tra noi, sarebbe bello battersi per quello senza passare il tempo a litigare, perché il Paese se c'è una cosa che non rimpiange è il bullismo di Salvini".