Pd, Letta al Nazareno: presto confronto con gruppi e verifica vertici

webinfo@adnkronos.com (Web Info)
·2 minuto per la lettura

Enrico Letta, che oggi ha passato il pomeriggio al Nazareno al suo esordio da segretario, nei prossimi giorni darà seguito a quanto detto ieri in assemblea quando, parlando dei gruppi parlamentari, ha chiesto che venga fatta "una verifica chiara e netta" di quanto proposto nel suo intervento. E per questo il neo segretario dem avvierà un'interlocuzione con i gruppi parlamentari anche, a quanto apprende l'Adnkronos, per "una verifica delle figure apicali".

Letta si dedicherà nelle prossime ore al tema della costruzione della sua nuova segreteria. Ieri ha ottenuto un consenso unanime in assemblea che, nelle previsioni dei dem, dovrebbe essere rappresentato appunto negli organismi. Unitari e collegiali, dunque. Tuttavia chi ha parlato con il segretario nelle ultime ore assicura che chi si aspetta un 'Cencelli' sulle varie componenti dem resterà deluso. Il metodo, si spiega, sarà "niente bilancino delle correnti, apertura e freschezza".

La mattinata il neo segretario l'ha passata al telefono con Parigi, a 'chiudere' la vita precedente. Come detto ieri in assemblea, Letta ha formalizzato le dimissioni dai diversi incarichi in cui è stato impegnato in questi anni. Tranne la presidenza -non retribuita- all'Istituto Jacques Delors. Poi nel primo pomeriggio arriva al Nazareno con Marco Meloni. "Come sto? Leggo, scrivo, telefono", dice ai cronisti mentre si infila nel portone della sede dem nel suo primo giorno da segretario. Di sopra qualche dirigente. Tra questi il tesoriere, confermato ieri dal voto in assemblea, Walter Verini.

Un pomeriggio dedicato al 'vademecum' per i circoli: 20 punti da sottoporre agli iscritti. Quelli affrontati nel discorso di ieri dallo Ius Soli alle riforme, al tema della prossimità. Per ogni punto è chiesta un'opinione in 100 parole. Stile tweet. Per rispondere ci sono 15 giorni di tempo. Tutte le valutazioni saranno raccolte in vista di una nuova assemblea nazionale. Una forma basica, spiegano i suoi, vista ovviamente la situazione ma che è solo un "antipasto della partecipazione che verrà" e su cui c'è l'impegno del segretario: partecipazione e prossimità, le parole chiave. Oltre ai 20 punti, infatti, ce n'è anche un 21esimo: cosa pensate e come pensate debbano essere la Agorà democratiche? Quello sarà il luogo della partecipazione, aperto a tutti, come rinascita dopo la pandemia.