**Pd: Letta, 'festa di risveglio e rinascita, uniti per ricostruzione Paese'**

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 23 ago. (Adnkronos) – "Tornare a vivere la politica, a incontrarsi, a discutere delle idee per far ripartire il Paese: mai forse come in questa edizione la Festa dell’Unita nazionale si ricollega alle sue origini ideali, storiche. È poco noto infatti che le prime, di Feste dell’Unità, nacquero nell’immediato secondo dopoguerra proprio a scandire un ritorno alla socialità e alla partecipazione politica, entrambe mortificate negli anni del conflitto e nella lunga stagione della dittatura fascista. Un risveglio e una rinascita, dunque". Così il segretario dem Enrico Letta in un messaggio che accompagna il programma della Festa nazionale de l'Unità al via il 26 agosto a Bologna.

"Oggi come allora abbiamo alle spalle macerie e vittime, tante. E oggi come allora possiamo tornare alla politica con un medesimo spirito di ricostruzione dopo un potente e drammatico trauma collettivo. Sulla pandemia la parola 'fine' non è ancora scritta. Ma, grazie soprattutto al piano vaccinale e allo straordinario impegno di Stato, Regioni e servizio sanitario nazionale, la strada è tracciata. Possiamo finalmente uscirne a patto di proseguire con la cautela, la gradualità e l’attenzione con cui è stata gestita l’emergenza in questi anni così difficili per tutti".

"Ma come ne usciremo? E cosa ci aspetta? Quali che siano le risposte che ci daremo in queste settimane di dibattiti e incontri, una parola chiave vorrei che emergesse già prima di partire e nel suo significato più genuino e nobile: unità. Ce l’abbiamo da sempre qui, sotto gli occhi. E da sempre è quello che ci chiede prima di tutto la nostra comunità, anche se non proprio sempre, a onor del vero, siamo stati in grado di praticarla e di onorarla come merita".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli