Pd: Letta sprint tra segreteria e incontri, resta aperto tema capigruppo/Rpt

·2 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 18 mar. (Adnkronos) – Enrico Letta corre. A una manciata di giorni dal suo insediamento ha già chiuso il capitolo organismi interni con la nomina dei due vice ieri e della segreteria oggi: mercoledì prossimo alle 9 è la fissata la prima riunione, apprende l'Adnkronos. Allo stesso tempo il segretario dem ha anche iniziato una serie di incontri. Politici, istituzionali e 'sociali'. Come aveva preannunciato già domenica scorsa nel suo discorso all'assemblea dem. E domani darà seguito anche all'impegno di incontrare i gruppi parlamentari per una "verifica chiara e netta", aveva detto in assemblea, delle proposte avanzate.

Il primo incontro sarà con gli eurodeputati, a cui il capogruppo Brando Benifei si presenterà dimissionario "per permettere le opportune valutazioni al segretario e ai colleghi, alla luce della nuova fase politica", un "atto doveroso -spiega- per rispetto del ruolo politico del nuovo segretario". Una decisione quella del capogruppo in Europa che, a quanto apprende l'Adnkronos, non è stata oggetto di una condivisione con gli altri due presidenti di gruppo Pd: Andrea Marucci al Senato e Graziano Delrio alla Camera. Insomma, non un 'metodo' concertato e al momento non ci sono notizie di scelte analoghe da parte dei presidenti di senatori e deputati dem che vedranno Letta, in due distinte assemblee di gruppo, martedì prossimo.

Dopo l'ultimo congresso sia Marcucci che Delrio si dimisero, in quanto non avevano sostenuto Nicola Zingaretti. Ora l'appoggio a Letta invece c'è stato. A quanto si riferisce, Marcucci in questi giorni non ha parlato con il segretario della questione. Mentre Delrio **aspetta di parlare** con Letta e, una volta che avrà parlato con il segretario, farà sapere le sue decisioni. Ma non è detto che nei prossimi giorni la questione abbia un punto di approdo. Dalle parti del segretario, infatti, si fa sapere che "il dossier capigruppo" potrebbe "non avere la stessa accelerazione" di altre questioni affrontate negli ultimi giorni.

(segue)