Pd: in Lombardia caos vaccini, serve verifica generale Figliuolo

Red
·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 17 mar. (askanews) - La Regione Lombardia ignora il caos della campagna vaccinale nei territori ed è necessaria una verifica immediata del generale Figliuolo. Ad affermarlo è il consigliere regionale lombardo e capodelegazione del Pd in Commissione sanità Samuele Astuti, a seguito dell'audizione del direttore generale welfare che si è tenuta questa mattina a palazzo Pirelli. "La nostra preoccupazione - afferma Astuti - cresce ogni giorno di più. E' evidente che la Regione è completamente scollegata dalla realtà, a palazzo Lombardia pensano di aver risolto le criticità, specie quelle legate al sistema Aria e ignorano il caos in cui si trovano i centri vaccinali sui territori. Il direttore generale, ad esempio, ha appreso solo in Commissione che a Varese, tra le 8 e le 10.30 di oggi, sono stati convocati per errore 500 over 80. La verità è che Regione Lombardia controlla e coordina talmente poco che tra le diverse Ats e Asst le differenze sono altissime".

"Dalla Regione - continua Astuti - non è arrivata alcuna spiegazione del perché in Lombardia gli over 80 che hanno ricevuto la prima dose sono solo il 30%, mentre in altre regioni sono molto di più. Per esempio il 56% in Lazio e il 47% nelle Marche".

"Questo senza contare - sottolinea Astuti - che Bertolaso ha ripreso a dare cifre a caso. Dopo aver promesso vaccinazioni per tutti i lombardi entro giugno, oggi ha assicurato che la provincia di Brescia sarà tutta vaccinata entro luglio e questo senza che la direzione welfare ne fosse a conoscenza. Una chiara prova di irresponsabilità che ci porta a ripetere l'appello fatto nei giorni scorsi al generale Figliuolo di venire al più presto in Lombardia, a verificare lo stato della campagna vaccinale e a prendere in mano la situazione a livello centrale per il bene dei lombardi".