Pd Lombardia: errore sospendere richiami a vaccinati Astrazeneca

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 14 giu. (askanews) - "Sospendere i richiami del vaccino a chi ha ricevuto la prima dose di Astrazeneca è un errore. E' vero che c'è il problema di come recuperare i vaccini Pfizer o Moderna, ma sospendere le vaccinazioni non è una soluzione. Moratti riveda la scelta e rimedi all'errore, calcolando le dosi aggiuntive di Pfizer e Moderna". Lo ha sottolineato in una nota Carmela Rozza, consigliere regionale del Partito democratico in Lombardia, commentando la scelta dell'assessorato al Welfare di sospendere i richiami per gli under 60 che hanno fatto Astrazeneca come prima dose in attesa di nuove dosi di vaccino a Rna messaggero.

"I richiami di Astrazeneca sono stati fatti dapprima a 72 giorni, e successivamente a 84. Se si lascia passare troppo tempo si rischia che migliaia di persone non completino la vaccinazione perchè i tempi sono scaduti e rimangano quindi senza protezione", ha sottolineato l'esponente dem che quindi ha detto a nome del gruppo: "Chiediamo alla vicepresidente Moratti di rivedere la scelta e rimediare all'errore calcolando le dosi aggiuntive di Pfizer e Moderna che serviranno nel tempo per completare i vaccini e chiedendole al Commissario Figliuolo".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli