Pd Lombardia: richiesta dimissioni di Ponti priva di fondamento

Mda

Milano, 29 lug. (askanews) - "La richiesta del capogruppo dei Cinque Stelle è totalmente fuori luogo e priva di alcun appiglio legale. Il consigliere Gigi Ponti, la cui correttezza non può essere messa in discussione, farà ricorso contro la sentenza della Corte dei Conti che è la prima che dà torto all'allora giunta provinciale guidata da Filippo Penati, di cui Ponti faceva parte. Nella vicenda in questione l'ex presidente Penati è stato infatti assolto in primo e secondo grado nel processo penale, mentre la Corte dei Conti della Lombardia, in primo grado, aveva definito congruo il prezzo delle azioni di Serravalle acquistate dall'allora Provincia. Ora, nel giudizio di appello, la Corte dei Conti sostiene che l'intera operazione non si sarebbe dovuta realizzare. La legge regionale prevede l'incompatibilità nel caso di sentenze passate in giudicato, e questa non lo è. Ci atterremo alla legge, come è giusto che sia, e siamo certi che Gigi Ponti e i suoi colleghi di giunta potranno vedere riconosciuta definitivamente la loro correttezza. Quanto ai Cinque Stelle, è ormai chiaro che non si possono più ergere a paladini della legalità". Lo dichiarano il segretario regionale del Pd Vinicio Peluffo e il capogruppo in Regione Fabio Pizzul in merito alla nota con cui il capogruppo del M5S Marco Fumagalli chiede le dimissioni del consigliere regionale del Pd Gigi Ponti.