Pd lombardo: sanità privata gestisca attività medica oltre Covid-19

Red-Alp

Milano, 6 mar. (askanews) - "La sanità privata dia tutto il suo supporto per garantire la gestione dell'attività medica che va oltre l'emergenza Covid-19. Sulle strutture pubbliche grava quasi totalmente il carico della gestione dei pazienti positivi e bisognosi di cure ma le altre patologie non sono scomparse e la sanità lombarda non può fermarsi. La decisione della Giunta regionale di sospendere le attività ambulatoriali non urgenti da lunedì e di ridurre al minimo le attività chirurgiche programmate risponde alla necessità di mantenere il sistema sanitario nelle migliori condizioni per fronteggiare l'emergenza da Covid-19. Questo non può però portare al blocco di ogni altra attività. Un maggiore impegno del privato è nello spirito di un sistema sanitario che da anni si basa su un'integrazione che oggi non può rimanere solo sulla carta. Ci aspettiamo che i soggetti della sanità privata si facciano carico, a parità di budget, delle prestazioni che gli ospedali pubblici non possono garantire, mettendo a disposizione i loro ambulatori e i loro professionisti. Queste prestazioni sono importanti sia per la salute immediata dei cittadini sia per la prevenzione". E' quanto hanno dichiarato per il gruppo regionale lombardo del Pd, il capogruppo Fabio Pizzul e il capodelegazione in commissione Sanità Gian Antonio Girelli, alla notizia diffusa dall'assessore alla sanità della Regione Lombardia Giulio Gallera dell'imminente chiusura dell'attività sanitaria ambulatoriale per l'emergenza Covid-19.