**Pd: maggioranza dem 'blinda' Letta, Base riformista (e non solo) per congresso** (2)

·1 minuto per la lettura
**Pd: maggioranza dem 'blinda' Letta, Base riformista (e non solo) per congresso** (2)
**Pd: maggioranza dem 'blinda' Letta, Base riformista (e non solo) per congresso** (2)

(Adnkronos) – Intanto, anche in modo fisiologico, il partito è in ebollizione proprio a un passo dall'approdo in grado di chiudere la crisi aperta dalle dimissioni di Zingaretti. Un fronte che si è riaperto, infatti, è quello delle donne. Da ieri si sta ragionando sull'ipotesi di una candidatura femminile. "Me lo auguro", ha detto Valeria Fedeli. Il nome ci sarebbe già, Debora Serracchiani. Tuttavia, come sottolineano alcune donne dem, visto che si sta lavorando a una "soluzione il più possibile unitaria" non è detto la cosa si concretizzi.

In realtà, la candidatura 'rosa' potrebbe essere la calamita capace di raccogliere quelle insofferenze che ancora si registrano intorno al nome di Letta. Base riformista, su tutti, insiste anche sul congresso. Ma non solo, perché a chiedere la definizione di un percorso congressuale oggi sono stati anche Goffredo Bettini (bisogna "garantire quel confronto nel Pd che non può ulteriormente attendere") e Gianni Cuperlo (serve "un percorso democratico, partecipato, per una discussione sull’identità di un Pd che va ripensato e ricostruito").

Lo ribadisce Francesco Verducci dell'area Orfini ponendo però come prioritario un "cambio di linea politica" che "lasci alle spalle un atteggiamento di subalternità che ha sacrificato la forza e il progetto del Pd sull'altare dell'alleanza a tutti i costi con i 5 Stelle". Ma a parlare di congresso è anche il capogruppo alla Camera, Graziano Delrio: "Fatto il piano vaccinale, a novembre-dicembre o dopo l'elezione del presidente della Repubblica" serve "un congresso che coinvolga la gente, che sappia rendere contendibile la segreteria".