Pd, Martina: sì congresso straordinario aperto al Paese, no conta

Pol/Bac

Roma, 7 feb. (askanews) - "Penso che faccia bene il segretario Zingaretti a porsi l'obiettivo di un momento straordinario di riprogettazione dei democratici e dei progressisti. Non ci servono conte interne e non siamo un club, siamo una grande comunità che ora deve cambiare ancora e aprirsi al massimo alle energie che vogliono dare una mano. Penso a un percorso dai territori, nei piccoli comuni come nelle grandi città, mettendo al centro la nostra idea di paese di fronte alle tre rivoluzioni in atto, quella ambientale, quella tecnologica e quella demografica. Quindi la nostra parola d'ordine che deve essere l'eguaglianza sostenibile. L'agenda di governo segua questa ambizione di cambiamento del paese". Lo afferma in una nota l'ex Segretario Pd, Maurizio Martina.