Pd: mensa negata a figli stranieri, Lega se la prende coi bambini

Pol/Bar

Roma, 12 ott. (askanews) - "'Mamma perché non posso più mangiare con i miei compagni di classe?'. Questa è la domanda che molte donne si sentono rivolgere dai propri figli. Bambini che all'ora della merenda non ricevono neppure più uno yogurt a causa della decisione presa dall'amministrazione leghista di Lodi che, di fatto, impedisce ai minori figli di stranieri di accedere alla mensa". Lo scrive la senatrice Simona Malpezzi, vicepresidente del gruppo Pd al Senato.

"Di fronte al furore ideologico e alla misera ricerca del consenso - prosegue l'esponente dem - non ci si ferma più neanche davanti a bambini piccoli, molti dei quali nati in Italia. Quello che sta accadendo a Lodi è degno di un Paese civile? Nelle prossime ore scriverò alla Garante Nazionale dell'Infanzia, Filomena Albano per sapere se a Lodi non si stiano calpestando i diritti dell'educazione e il Superiore interesse del bambino".

"La Lega - conclude Malpezzi - pur di portare avanti la sua campagna elettorale permanente se la prende anche con i bambini!".