Pd, Morando: scissione perchè non più contendibile? E' un errore

Gal

Roma, 28 set. (askanews) - "Se una parte dei riformisti del Pd decide per la separazione e la creazione di un altro partito, debbo dedurre che lo faccia perché ritiene non più contendibili linea e leadership. Se la maggioranza del Pd uscita dall'ultimo Congresso non si comporterà in modo da trasformare questo giudizio in una profezia che si autoavvera, e non vedo che interesse avrebbe a muoversi in tal senso, credo si tratti di un giudizio con deboli fondamenta. Nella più favorevole delle ipotesi, si tratterebbe della trasformazione in atto compiuto di un rischio solo potenziale. Dunque, a me personalmente, non come Presidente di Libertà Eguale, ma come Enrico Morando, appare un errore politico". Lo ha detto, nella relazione introduttiva all'Assemlea di Libertà Eguale in corso a Orvieto, il Presidente Enrico Morando.