Pd: Morani, 'Benifei sbaglia nei toni e nei contenuti'

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 17 nov (Adnkronos) – "Trovo l’intervista di #Benifei sbagliata nei toni e nei contenuti". Lo dice Alessia Morani, del Pd, spiegando: "1- Il capo delegazione al Parlamento UE dovrebbe avere maggiore equilibrio nelle dichiarazioni. Il ruolo istituzionale lo esige".

"2- non credo sia esattamente nello spirito di un congresso costituente dire che chi non la pensa come lui può anche andare via, a meno che non teorizzi un congresso del “pensiero unico”, il suo -prosegue Morani-. 3- se vogliamo fare un congresso utile al campo progressista smetterei di pensare a chi sta fuori dal Pd (Renzi/Calenda e Conte) e mi concentrerei sui motivi per cui abbiamo perso voti in favore degli uni e dell’altro".

"4- fare i rottamatori in ritardo non credo paghi in termini di consenso. Non è successo neppure al rottamatore originale nel lungo. Più che a buttare fuori qualcuno sarebbe ora di cercare il modo di diventare attrattivi nei confronti delle migliori energie del paese. Biden qualcosa in queste elezioni di mid-term dovrebbe averci insegnato. Certamente l’obbiettivo non si raggiunge evocando come una coperta di Linus il “nemico interno”. Se siamo ancora alla costruzione della propria identità sulla base del “nemico interno” siamo molto lontani dal fare un vero congresso rigenerativo. Solo se finisce il renzismo e l’antirenzismo saremmo in grado di fare quello che serve davvero al Pd. Questa è la fatica della politica", conclude Morani.