Pd: nonostante richiami Agcom tg violano ancora pluralismo

Rea

Roma, 19 gen. (askanews) - "Nonostante i continui richiami dell'Agcom i telegiornali di tutte le reti generaliste, e con maggiore gravità quelli della Rai, continuano a violare anche in queste ore, sistematicamente, il pluralismo in campagna elettorale ed in regime di par condicio. Una situazione allarmante e mortificante per la qualità dell'informazione televisiva del nostro Paese, che contribuisce ancora a formare una grande fetta della pubblica opinione". Così in una nota il vicecapogruppo Pd alla Camera dei Deputati Michele Bordo. V

"Vengono regalati spazi in prevalenza ad un unico soggetto politico ovvero a Matteo Salvini e al suo partito personale, oltre che a partiti con una rappresentanza parlamentare da qualche punto percentuale di voto, rappresentando un dibattito politico tutto centrato su di lui e sulla sua disinformazione mettendo in secondo piano, se non oscurando, l'azione di governo e le proposte politiche di partiti come il Pd. Basta vedere quanto poco spazio è stato dedicato nei tg del servizio pubblico, negli approfondimenti, nei talk al seminario organizzato dal Pd con membri di governo, parlamentari e dirigenti nazionali. I cittadini hanno il diritto ad un'informazione equilibrata e soprattutto nel servizio pubblico si deve porre rimedio ad uno squilibrio che danneggia prima di tutto la credibilità della Rai", cnclude Bordo.