Pd occupa banchi di governo in Senato

webinfo@adnkronos.com

Bagarre al Senato e seduta sospesa dopo la decisione del Pd di occupare i banchi del governo. Oggetto della protesta dei Dem la decisione della Giunta delle Elezioni, all'esame dell'Aula, di assegnare un seggio mancante al M5S, ottenuto in Sicilia ma non attribuito per l'esaurimento dei candidati, al primo dei non eletti in un'altra circoscrizione. Una scelta contestata dal Partito democratico, che, per bocca di Alan Ferrari, ha annunciato la volontà di rivolgersi alla Procura della Repubblica e alla Corte costituzionale e di aver scritto una lettera al presidente del Senato, Elisabetta Casellati, chiedendo tra l'altro un incontro. Il Pd ha quindi deciso di dar vita alla protesta fin quando la richiesta non fosse stata accolta.  

"La Conferenza dei capigruppo, all'unanimità, ha raggiunto un accordo, in base al quale scriverò una lettera al presidente della Corte costituzionale, rappresentando che, su istanza del senatore Marcucci (capogruppo Pd n.d.r.), ma con il consenso di tutti i Gruppi parlamentari, il provvedimento che riguarda l'attribuzione del seggio vacante in Sicilia e il relativo resoconto sarà trasmesso per opportuna conoscenza", la replica in Aula della presidente del Senato.