Pd: Orlando, 'da 14 anni siamo punto di riferimento sinistra e progressisti italiani'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 14 ott. (Adnkronos) – "Abbiamo avuto momenti difficili, le scissioni non si contano più, ogni bischero in forza non si sa di che, si sente in dovere di spiegarci il mondo e di dirci ciò che va fatto. Siamo sempre o troppo moderati o poco riformisti (non si sa più esattamente che significhi). Siamo i principali bersagli dei leoni da tastiera. Spesso non siamo neppure abbastanza generosi con noi stessi. Vediamo più i nostri difetti che non i nostri punti di forza". Così Andrea Orlando su Fb.

"Abbiamo un popolo che ha fatto spesso la differenza dandoci la spinta necessaria ad ogni sfida e facendo vivere il Partito anche nell’angolo più remoto del Paese (e non solo, un saluto ai circoli Partito Democratico nel mondo). Abbiamo una classe dirigente che ha aiutato il Paese a superare i momenti più difficili di questi anni, sia a Roma che sul territorio (basta con questa contrapposizione fittizia)".

"Fatto sta -scrive il ministro del Lavoro- che dopo 14 anni il Pd resta il principale riferimento della sinistra e dei progressisti italiani. Dobbiamo vivere questa missione senza arroganza, ma con il giusto orgoglio. Nel futuro del Pd ci sono battaglie per la conquista di nuovi diritti e contro le diseguaglianze. Buon compleanno Partito Democratico!".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli