Pd Piemonte: buco sanità non è allarmante, governo aumenti fondo

(Segue)

Torino, 29 lug. (askanews) - "Finalmente siamo passati dalle discussioni sui giornali al confronto in commissione. Questa mattina l'assessore Icardi nella sua informativa ha precisato che il disavanzo finale, anche grazie all'uso di fondi extra, sarebbe di circa 14 milioni di euro, una situazione ben più governabile rispetto ai paventati 450 milioni che emergono dai bilanci preventivi e che potremo analizzare solo quando saranno messi a disposizione i dati dei consuntivi trimestrali". Così il vicepresidente della Commissione Sanità in regione Piemonte, Domenico Rossi (Pd).

"La preoccupazione dell'assessore è relativa al 2020 e al 2021, ed è una preoccupazione condivisibile perché la spesa per i farmaci innovativi ed il costo del rinnovo del contratto di lavoro richiedono che si apra con il Governo una discussione sulla quantificazione del fondo sanitario, altrimenti la maggiore spesa verrà scaricata sulle Regioni. Questo è il vero allarme ed è necessario che Cirio ed Icardi chiedano al Governo di aprire urgentemente una trattativa che porti ad un aumento della quota del fondo sanitario", ha sollecitato Rossi.