Pd, Pini: riforma statuto sbagliata, si chiude a società civile

Pol/Vep

Roma, 17 nov. (askanews) - "Da tre giorni tutti i dirigenti del Partito Democratico fanno, giustamente, i complimenti ai 4 ragazzi che hanno organizzato la manifestazione delle sardine a Bologna. Ed è tutta un'ode alla "società civile" e alle associazioni. Oggi il PD ha convocato l'assemblea nazionale per varare il nuovo statuto e tra le varie cose che ci sono c'è l'abrogazione dell'articolo 29, quello che prevedeva la collaborazione con associazioni e organizzazioni culturali fuori dal PD". Lo scrive Giuditta Pini, Deputata del Partito Democratico.

"Beh che dire: grazie società civile. I circoli e gli iscritti hanno discusso su delle slide che sono diverse dallo statuto che è stato inviato giovedì pomeriggio, e che verrà votato oggi, in cui questo e altri punti non erano citati. Credo - continua Pini - che lo Statuto del PD vada cambiato, ma credo anche che farlo senza una discussione aperta e ragionata sia un errore. E a poco servono i tweet e i convegni se poi nei fatti decidiamo di chiuderci e burocratizzarci sempre di più. Per questo sostengo la richiesta di centinaia tra iscritti e sostenitori che chiedono di non votare oggi. Così non ha senso. Non chiudiamoci tra di noi: discutiamo e confrontiamoci a viso aperto per il futuro del PD" - ha concluso Pini.