Pd primo partito. Cresce gradimento Letta, cala quello di Draghi: il sondaggio del Corriere

·3 minuto per la lettura
Enrico Letta e Mario Draghi (Photo: Getty)
Enrico Letta e Mario Draghi (Photo: Getty)

Il Pd primo partito nelle intenzioni di voto, con il 20,7 % delle preferenze e una grande preoccupazione dell’opinione pubblica per l’elevata astensione alle elezioni amministrative. Sono questi alcuni dei dati più rilevanti che emergono da un sondaggio effettuato dal Corriere della Sera subito le elezioni comunali. Indagine realizzata per comprendere i riflessi delle elezioni sullo scenario politico e sugli orientamenti di voto nazionali.

Secondo il Corriere della Sera emerge un atteggiamento di distacco, quasi di disinteresse verso le elezioni comunali. Si legge sul giornale:

[...] quasi quattro intervistati su dieci dichiarano di non essere informati (30%) oppure di non essere in grado di esprimersi sull’esito (8%). Uno su tre (34%) ritiene che abbia vinto il centrosinistra, mentre il 3% è convinto della vittoria del centrodestra, il 6% considera i risultati molto eterogenei, con vittorie e sconfitte da parte di tutti, e uno su cinque (19%) reputa che abbiano perso tutti, data la bassa affluenza alle urne.

A preoccupare l’opinione pubblica è soprattutto il dato sull’affluenza alle urne. L’elevata astensione viene giudicata dal 54% degli intervistati un segnale preoccupante, causato dalla delusione e dalla sfiducia nei confronti della politica. Il 12% la attribuisce invece alla limitata conoscenza dei candidati e in alcuni casi alla loro qualità, e la restante parte si dice invece non preoccupata per il fenomeno. Il 7% ritiene che la limitata partecipazione sia comune alle principali democrazie occidentali e il 6% la riconduce al Covid e ai timori connessi.

Gradimento dei leader e intenzioni di voto

Il Corriere fa notare come la differenza più rilevante rispetto alla precedente rilevazione di fine luglio riguardi il leader del M5s Conte, che si mantiene in testa alla graduatoria con un indice pari a 43, ma fa registrare una diminuzione di 8 punti. Secondo il giornale tale diminuzione dipende dal “venir meno del suo profilo istituzionale e all’assunzione di un ruolo politico. Scende anche il ministro Speranza (indice 34, -3). I leader che invece aumentano negli indici di gradimento sono Letta (32), Berlusconi (30) e Calenda (28) e Renzi (14).

Nelle intenzioni di voto il primo partito è il Pd proprio di Letta, che registra un aumento dello 0,7. Si legge sul Corriere:

[...] il Pd sembra beneficiare del positivo risultato alle comunali e alle suppletive, facendo registrare un lieve aumento (+0,7) che lo colloca al primo posto con il 20,7% delle preferenze, seguito dalla Lega con il 20% (in flessione di 0,5%), da FdI stabile al 18,8%, dal M5S con il 16,5% (-0,5%) e da Forza Italia con l’8% (-0.2%). Da segnalare la forte crescita (+3,1%) dell’area grigia, rappresentata da indecisi e astensionisti, che sale al 40,9%. Nel complesso le tre forze di centrodestra, sebbene in lieve calo (-0,7), con il 46,8% prevalgono largamente su quelle di centrosinistra che si attestano al 31,9% (+1,3%). L’ipotesi di “campo largo” che comprende le forze del centrosinistra (escluse Azione e Italia viva) e il M5S sale al 44,4% (+1%).

Gradimento del governo

Un ultimo dato interessante rilevato dal Corriere è il gradimento nei confronti del governo attuale e del premier Mario Draghi. Rispetto all’inizio di settembre l’indice di gradimento dell’esecutivo fa segnare una flessione di un punto (da 61 a 60), mentre il presidente Draghi registra un calo di 3 punti (da 66 a 63). Secondo il Corriere la flessione è dovuta “perlopiù all’elettorato leghista, a seguito della sempre più frequente contrapposizione tra Salvini e il premier”.

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli