**Pd: Renzi, 'D'Alema no conflitto di ego ma politico, dem con chi stanno?'**

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 5 gen. (Adnkronos) – "Sul Quirinale si è sentita forte la voce di Massimo D’Alema, che è tornato come ai vecchi tempi a 'dare la linea' al Pd. Ho già risposto sulla infelice definizione di noi come malato. Non casco, dunque, nel tranello di chi vorrebbe derubricare le uscite di D’Alema come conflitto tra ego. Qui c’è un punto politico". Così Matteo Renzi nella enews.

"La sinistra italiana sta con chi ha fatto il JobsAct o con chi lo vuole cancellare come Maurizio Landini? La sinistra italiana sta con chi ha fatto le Unioni Civili o con chi fa fallire il ddl Zan per scelta ideologica? La sinistra italiana sta con chi vuole abbassare le tasse, come abbiamo fatto con gli 80€ e l’Irap, o con chi vuole la tassa di successione e la tassa sulla casa?".

"Questo è il punto. Quando D’Alema dice che le nostre riforme erano una malattia dice una frase molto dura ma che nasconde il pensiero di molti. Il Pd sta con chi ha fatto Industria 4.0 o con chi sciopera contro Draghi? Questa è l’essenza della questione. E da questo punto di discussione non si scappa dicendo che Renzi è antipatico. Quando abbiamo avuto una piattaforma riformista abbiamo preso il 40%. Quando siamo stati incerti e zoppicanti, ondivaghi, abbiamo perso tempo e consenso".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli