Pd, Renzi: troppo potere a correnti e litigi quotidiani

Afe

Roma, 25 set. (askanews) - "Non credo che ci sia una sola persona che si sia stupito, dopo gli ultimi sette anni di tensioni quotidiane, litigi, divisioni e contrasti interni. Non credo che si sia stupito chi ha visto dentro il mio partito brindare la sera del referendum alla sconfitta o chi ha visto il fuoco amico". Lo ha detto Matteo Renzi, in un incontro con i giornalisti della stampa estera a Roma.

"Rispetto il Pd - ha aggiunto - ma il Pd ha dato troppo potere alle correnti, l'appartenenza alle cordate è più importante dlele idee. Abbiamo cercato di cambiarlo ma non ce l'abbiamo fatta. Ripartiamo con il sorriso sulle labbra".