Pd, Base rifomista: coordinamento nazionale e coordinatori regioni

Pol-Afe

Roma, 22 ott. (askanews) - L'area politica del Pd Base riformista ha avviato una fase organizzativa interna e sui territori attraverso l'individuazione di un coordinatore nazionale, di un portavoce e dei coordinatori regionali. In una seconda fase, poi, saranno individuati anche un direttivo nazionale e un comitato scientifico. Tutto questo percorso si concluderà nelle prossime settimane. Inoltre entro la fine di novembre è in programma una assemblea nazionale di tutti gli aderenti all'area.

"Base riformista - si legge in una nota - intende così consolidare la propria identità per rendere maggiormente efficace la propria spinta riformatrice all'interno del Pd e, soprattutto, per rafforzare il Pd. L'obiettivo è quello di proseguire la stagione delle riforme avviata negli scorsi anni con i Governi guidati dal Partito democratico, convinti che mai come in questa fase il nostro Paese abbia bisogno di politiche basate sullo sviluppo economico, sulla stabilità sociale e sul rinnovamento istituzionale".

Il coordinatore nazionale dell'area sarà Alessandro Alfieri, mentre il portavoce sarà Andrea Romano. Questi invece saranno i coordinatori regionali di Base riformista: Enrico Borghi (Piemonte), Gavino Manca (Sardegna), Dario Stefano (Puglia), Martina Gonnella (Molise), Carmelo Miceli (Sicilia), Pippo Rossetti (Liguria), Gian Mario Fragomeli (Lombardia), Roger De Menech (Veneto), Luca Zeni (Trentino Alto Adige), Stefano Collina (Emilia Romagna), Sergio Bolzonello (Friuli Venezia Giulia), Leonardo Catena (Marche), Giuseppe Marino (Calabria), Giuseppe Di Pangrazio (Abruzzo), Fulvio Centoz (Valle D'Aosta). Nei prossimi giorni saranno individuati gli altri coordinatori regionali.