Pd, Roggiani: combattiamo per futuro all'altezza potenzialità Nord

Lzp

Milano, 11 gen. (askanews) - Due giorni, tre sale, 50 relatori, 30 volontari, più di 60 giornalisti accreditati, oltre 1.500 ingressi registrati tra venerdì e sabato. Grande partecipazione all'evento Nord Face. Lavoro, sviluppo, ambiente, la prima tappa del viaggio del Partito Democratico nel Nord del Paese. Sono intervenuti i protagonisti del mondo produttivo, del sociale, delle professioni, amministratori locali come i sindaci Giorgio Gori e Giuseppe Sala, assessori del Comune di Milano come Pierfrancesco Maran e Cristina Tajani, gli eurodeputati del PD, Brando Benifei, Irene Tinagli, Pierfrancesco Majorino, Partrizia Toia, esponenti del governo come i ministri Paola De Micheli e Giuseppe Gualtieri. Un dibattito costruttivo che si è sviluppato nella giornata di venerdì a partire dal panel "Il Nord tra Italia ed Europa: sfide ed opportunità per i nostri territori".

La seconda e ultima giornata, invece, è stata aperta dai saluti della Segretaria metropolitana Silvia Roggiani e l'introduzione del Sindaco Beppe Sala, per poi svilupparsi in tre plenarie, su lavoro e innovazione, green new deal, welfare e diritti. L'evento si è concluso con l'intervento del segretario nazionale Nicola Zingaretti che ha ringraziato le tante e i tanti che hanno affollato i Chiostri di San Barnaba per questa due giorni e ha rivolto loro l'appello di non arrendersi e di continuare a dare il loro contributo in un Partito che vuole essere utile alle persone agli imprenditori che producono e a chi invece fa più fatica a cogliere le opportunità e oggi rimane indietro, per un'Italia più giusta, più verde e più competitiva.

"La grande partecipazione di questi due giorni prova che c'è una comunità che non vuole arrendersi - afferma la segretaria metropolitana Silvia Roggiani - che vuole combattere per un futuro all'altezza delle speranze e delle opportunità di un territorio, il Nord dell'Italia, che non coltiva presunzioni ma solo la volontà di essere una risorsa per il Paese intero. La tappa milanese, come ha detto anche il segretario Zingaretti, non vuole essere fine a se stessa ma il primo mattoncino per un progetto che deve portare ad una svolta, alla costruzione di un'Italia che punta su una crescita sostenibile, per i cittadini e per l'ambiente. Una sfida che da Milano Metropolitana vogliamo portare avanti e vincere. A partire dalle città, che scalano le classifiche internazionali come Milano, ai comuni e le aree più interne che non si rassegnano ad un ruolo marginale ma scommettono su un futuro migliore. Siamo certi che lavorare per ridurre le distanze e le fragilità, economiche e sociali, e non per alimentare le spaccature, sia la strada giusta ed è quella che vogliamo continuare a percorrere", conclude la segretaria dem Roggiani.