Pd Roma: Raggi blocca città, noi allo sciopero con i sindacati

Sis

Roma, 23 ott. (askanews) - "La sindaca Raggi dice di aver rassicurato il ministro De Micheli sulla volontà di risanare la società Roma Metropolitane. Sembra incredibile! Spieghi allora perché la necessità di liquidare una società che vanta consistenti crediti proprio da quel socio unico che vuole risanarla. Spieghi perché tanta fretta! Spieghi inoltre cosa significa mantenere pubblica una la società in liquidazione". Così in una nota i consiglieri del PD capitolino Valeria Baglio, Ilaria Piccolo e Giovanni Zannola. Roma, secondo gli esponenti del Pd "non ha bisogno di cadaveri pubblici di società ma di aziende efficienti capaci di essere competitive e di erogare quei servizi che i cittadini si attendo e pagano. Delle parole della sindaca non si fida più nessuno. Non si fidano i romani, non si fidano i lavoratori e non si fidano nemmeno gli esponenti del suo partito e della sua maggioranza". Lo sciopero di venerdì 25 ottobre proclamato dai sindacati "è solo la conseguenza dell'immobilismo e dell'ambiguità di una giunta che troppo spesso fa promesse da marinaio - aggiungono dal Pd -. Fare appelli al dialogo e alla responsabilità dopo averli più volte negati è un insulto all'intelligenza. Roma è stata bloccata dalla giunta Raggi. Noi saremo allo sciopero a fianco dei lavoratori per sostenere il rilancio delle aziende e non la loro chiusura, per chiedere servizi efficienti e rimettere in moto una città degna di essere una capitale europea", concludono.