Pd, Rossi: intesa con i 5Stelle sarebbe esiziale

Rus

Roma, 22 lug. (askanews) - "Niente intese con il M5stelle. Il governo nazionalpopulista di Salvini e Di Maio e pure di Conte è fallito sul tema della crescita, del lavoro e della tenuta dei conti pubblici. Aveva promesso una crescita del 2 per cento e avremo solo lo 0,1. Cioè un fallimento. Altro che differenze: alla base delle due forze politiche c'è la stessa ideologia populista che porta l'Italia alla rovina". Lo ha scritto su Facebook Enrico Rossi, presidente della Regione Toscana.

"Il fatto che Lega e M5stelle vengano percepiti come alternativi dipende solo dallo scontro quotidiano messo in scena tra Salvini e Di Maio e dalla ancora inadeguata opposizione, che per dispiegarsi ha bisogno del tempo necessario per far cadare le illusioni e per poter affermare valori e proposte diverse. Il PD è riuscito almeno in parte a spezzare questa morsa con il risultato delle Europee, dove ha distaccato il M5stelle che ha dimezzato i suoi voti. Sarebbe esiziale per il PD - aggiunge Rossi - prospettare intese con il M5stelle che lo ridurrebbero ad un ruolo subalterno riuscendo nel miracolo di resuscitare i pentastellati e di gonfiare ancora di più il consenso a Salvini. Per il PD è il momento della lotta contro questo governo, della denuncia del suo fallimento e del coraggio di una proposta al Paese basata sul realismo, sulla giustizia sociale, sul senso del futuro e di di umanità".