Pd, Sereni: spargere fiducia e rafforzare agenda governo

Pol/Vlm

Roma, 15 gen. (askanews) - "Pensiamo all'Italia di questi anni Venti progettando buona crescita, buona occupazione, nuovi strumenti di protezione sociale per combattere le diseguaglianze e le marginalità, parliamo di questo con i protagonisti dei territori, a cominciare dai Sindaci, e confrontiamoci con chi crede che la politica sia uno strumento per rendere le comunità più forti e coese". Lo scrive sul suo blog a proposito del seminario tenutosi a Contigliano nei giorni scorsi la viceministra degli Esteri, Marina Sereni, che aggiunge: "Chi sta tanto tempo sui social mostra più sfiducia verso la politica e le istituzioni e viceversa. In altre parole l'essere sempre collegati ai dispositivi elettronici e sempre connessi alla rete non corrisponde a una reale dimensione di socializzazione e comunicazione. Per questo occorre valorizzare quel sentimento di fiducia nella dimensione collettiva e politica che appare prevalente ancora in una buona fetta di elettorato Pd".

"Le stesse piazze delle Sardine, così come quelle di Greta - spiega Sereni - hanno dato fisicità e visibilità a un desiderio di stare assieme, di essere comunità, con il quale un partito come il Pd non può non porsi in relazione. In questo senso azione di governo e iniziativa di partito non possono che andare di pari passo. La proposta avanzata da Zingaretti - prosegue la viceministra - di mettere mano anche ad una nuova fase nella vita del Pd, nel senso del rinnovamento e dell'apertura, non può dunque che alimentarsi - conclude Sereni - di una forte caratura ideale e programmatica volta a qualificare e rafforzare l'agenda del governo".