Pd: vaccini caos a Cremona, intollerabili proclami Regione

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 20 mar. (askanews) - "La gestione delle vaccinazioni in Lombardia è un incubo senza fine. Quanto accaduto stamattina a Cremona, come ha denunciato il consigliere Piloni, è gravissimo e inaccettabile. Si tratta, purtroppo, solo dell'ultimo sequel di un film che si ripete ormai quotidianamente a causa di un sistema, quello di Aria, costato ben 22 milioni di euro ai cittadini lombardi, che fa acqua da tutte le parti". Così in una nota la segretaria metropolitana del PD Milano Silvia Roggiani, ha commentato la denuncia del consigliere pd in Regione Lombardia secondo cui presso l'hub vaccinale di Cremona Fiere ieri e ogg erano a disposizione 550 dosi per l'inoculazione ma non si sono presentate persone perché "non sono partiti gli sms".

"Ora basta - prosegue la nota - siamo esausti, non è tollerabile assistere ai continui proclami trionfalistici di una giunta che ha ormai dimostrato la sua totale incapacità e inadeguatezza. A causa dei loro pasticci la Lombardia della sanità eccellente è fanalino di coda nella somministrazione dei vaccini e, mentre in altre regioni si procede a ritmo spedito, qui abbiamo inoculato solo il 30 per cento delle dosi disponibili per gli over 80. I cittadini e le cittadine meritano di meglio: Fontana, Moratti, Bertolaso avete fallito, andate a casa!", conclude Roggiani.

.