Pd, Zingaretti: conosco differenze con M5s ma non temere confronto

Gal

Roma, 15 ott. (askanews) - "Sulle allenze c'è stata un po' di confusione: nessuno venga a spiegare a me la differenza tra Pd e M5s. Io avevo perplessità anche sul governo perciò non giochiamo con le parole: c'è il rischio di una involuzione pericolosa ma non illudiamoci, non si può governare insieme con l'unico motivo di resistere ed essere contro Salvini, gli daremmo un ruolo che non si merita". Lo ha detto Nicola Zingaretti, segretario del Pd, parlando alla Direzione nazionale.

"Ma non dobbiamo commettere l'errore, di fronte alle differenze che ci sono, di rimanere fermi nella contemplazione di ciò che ci divide o di esaltare le differenze. Queste due forze rappresentano il 40% elettorato", ha ricordato il leader dem, riferendesi alle prossime elezioni regionali.

"Non si tratta di fare accordi di palazzo si tratta di rivolgerci al Paese per segnalare il pericolo dinanzi a noi, la deriva pericolosa e allargare i confini dell'Italia che difende la democrazia repubblicana - ha aggiunto Zingaretti -, Salvini racconta i problemi ma i dem devono essere in grado di risolverli. Se si è convinti della forza delle proprie idee non si deve aver paura di confrontarsi con gli altri".