Pd, Zingaretti: “Mi auguro non ci sia uno scisma”

zingaretti

Nel corso di un suo intervento, il segretario del Pd Nicola Zingaretti ha parlato del futuro del partito e della possibilità di uno scisma renziano, augurandosi però che ciò non avvenga mai. “L’unica cosa che non si capisce è quali motivi possano esserci alla base di un fatto lacerante” ha affermato prima di dire, a proposito di Renzi: “Ognuno deve rispondere delle proprie azioni“. Il riferimento è chiaramente alla notizia, circolata giorni fa, relativa alla possibile formazione di gruppi parlamentari autonomi renziani.

Pd, Zingaretti sul futuro

Sul tema del possibile scisma all’interno del Pd sono intervenuti anche deputati LeU. Proprio uno di loro avrebbe commentato: “Non voglio entrare in casa d’altri, leggo anche io di ipotesi di separazione consensuale. Intanto noi continueremo a lavorare per costruire un centrosinistra capace di essere maggioranza nel Paese“. Il Pd nel frattempo ha già perso per strada alcuni elementi, Carlo Calenda e Matteo Richetti, a causa dell’alleanza con il Movimento 5 Stelle. Calenda, ex ministro, ha annunciato qualche giorno fa la formazione di un nuovo movimento, e Richetti, dopo aver dato la notizia dell’addio sembrerebbe intenzionato a partecipare al progetto.

“Lavorerò per presidente donna”

Zingaretti ha poi confermato il proprio impegno per trovare un presidente donna che possa sostituire Paolo Gentiloni, il quale andrà a Bruxelles. Lodi poi al presidente Conte per l’impegno dimostrato a Bruxelles in materia di migranti, e una battuta agli alleati: “Al M5s dico: guai a contemplare le nostre differenze. Se ci sono, bisogna sedersi intorno a un tavolo e trovare una sintesi. Nessuno metta la sua figurina Panini…“.